AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SeOL

La storia di Santa Margherita

Santa Margherita 01

L'INCONTRO CON OLIBRIO

Beata Margherita fu figliuola d'uno ch'ebbe nome Teodosio, il quale era patriarca ed era gentile uomo e adorava gl'idoli. Ed era Beata Margherita piena di grazia dello Spirito Santo, perché incontanente che fu nata, fu data a balia per nutrirla a una femmina della città d'Antiochia, la quale era di lunghe quindici miglia dalla città sua, la quale la ricevette con grande amore. E quando la madre di Beata Margherita fue passata di questa vita, con maggiore desiderio era condotta(1) dalla sua balia, imperò ch'era bellissima e graziosa e ‘l nome di Dio invocava, per la qual cosa era molto odiata dal suo padre, perch'ella chiamava il nome di Cristo. Essendo in età di quindici anni, e dilettandosi di stare nella chiesa della sua nodrice, la quale amava siccome sua madre, Beata Margherita udiva dire del combattimento de' Martiri e dello spargimento del loro sangue che in quel tempo per lo nome di Gesù Cristo Salvatore si faceva(2).

E stando Beata Margherita in nella pastura con le sue compagne guardando bestie della sua nodrice, Olibrio perfetto(3) passava per quella contrada, che venia d'Asia e andava alla città d'Antiochia per convertire(1) i cristiani che adorassono i suoi idoli sordi e mutoli, e ovunque sapea che gnuno(2) cristiano adorasse Cristo, il facea pigliare e mettere in prigione, e s‘è non volea adorare li suoi idoli, sì lo faceva tormentare e con ferro morire.
Cavalcando Olibrio appresso dov'era Beata Margherita con le sue compagne, Olibrio la vide com'ella pascea, e incontanente gli piacque per la sua bellezza e comandò alli serviziali che la pigliassono e menassonla, s'ella fusse libera o serva; ch'è s'ella fusse libera se la torrebbe per moglie, e s'ella fusse serva sì la ricomprerò e terrolla per mia concubina e molto bene ella ara' nella casa mia per la sua bellezza. E li cavalieri andarono ed ebbonla presa, e incontanente la beata Margherita cominciò a chiamare Jesù Cristo e dire: . E il prefetto disse: . E Santa Margherita rispose e disse:
LE LUSINGHE

E poi questo prefetto tornò nella città d'Antiocchia e andò ad adorare i suoi idoli sordi e mutoli, fatti per mano degli uomini, secondo la sua fede muta e vana. E ‘l secondo die il prefetto venne alla sua sedia trionfale e comandò che gli fusse menata dinnanzi da lui e poiché Santa Margherita fu dinanzi da lui menata, sì gli disse :. E al Prefetto disse: in eternale tormento>.

 

 S. Margherita


IL MARTIRIO

Il secondo dì, Olibrio prefetto comandò che Santa Margherita gli fusse menata dinnanzi, e tutti quelli della città la venivano a vedere per sapere quello che fusse fatto di lei. E quand'ella fu dinnanzi al Prefetto, questi comandò che fusse ispogliata e sospesa in aria e con piastre di fuoco fusse tutta incesa. Li carnefici incontanente ebbono le piastre di ferro e incesono(1) il suo tenero e bellissimo corpo sanza niuno indugio. Visto che questo non bastava, il Prefetto ordinò che fusse recato un gran vasello d'acqua bene imboglientata e fussonle legate le mani e' piedi, e gittata in quest'acqua, acciò che ivi entro morisse così bollendo. E i giustizieri l'ebbono tosto legata e gittatavi entro. E quando beata Margherita fu gittata nell'acqua, levò gli occhi al Cielo e disse: . E quando beata Margherita ebbe fatta questa orazione, subitamente si fece un gran tremuoto che tutti quelli che v'erano presenti ebbono paura di morire e cadono tramortiti in terra. Ma Santa Margherita tuttavia pregava Iddio che la dovesse salvare. Allora venne la colomba da cielo collo Spirito Santo, e recò una corona d'oro in bocca e toccando l'acqua pose la corona in capo a Santa Margherita e sciolsele le mani e i piedi, e Santa Margherita uscì dall'acqua senza niuna macula, lodando e benedicendo Iddio.

Allora il prefetto comandò a' suoi giustizieri che Beata Margherita fosse decollata e morta, e fella menare fuori della città. E allora uno, ch'avea nome Malco, venne a lei e disse: . E santa Margherita rispose e disse: . Allora le disse Malco:
Qui finisce la leggenda della passione e del martirio che sostenne Santa Margherita, quando n'andò in Cielo addì venti di luglio, anni……..

Tratta da Codici e da antiche stampe commentate e illustrate

Santa Margherita

Santa Margherita
 patrona principale
  di Licodia Eubea 

Storia di Santa Margherita

X° EDIZIONE FESTA DELL'UVA 2011
 1 - 2 - 3 - 4
 Settembre 2011
 Quinta   Estemporanea Nazionale
 Licodia Eubea
 TEMA:
Il paesaggio di Licodia Eubea
Regolamento Collettiva